Uccide figlio disabile e si spara

0 0
Read Time:1 Minute, 13 Second

Omicidio-suicidio a Pavia. La tragedia familiare è accaduta a Sant’Alessio con Vialone, dove l’ottantenne ha sparato al figlio cinquantenne. Domenica mattina la moglie dell’agricoltore e la badante che vive con la famiglia sono andate alla messa delle 10. In casa, sono rimasti Francesco Sali e il figlio Carlo Alberto, disabile dalla nascita. Quando si è trovato solo in casa con il figlio ha preso la sua pistola, regolarmente denunciata, ed ha sparato un colpo contro il figlio uccidendolo. Subito dopo si è ucciso. La moglie rientrando nella villetta, ha visto i due corpi di padre e figlio  stesi sul letto in un lago di sangue, accanto a loro il revolver. Ha telefonato il 118 ma il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso di padre e figlio. Negli ultimi mesi Francesco Sali aveva avuto alcuni problemi di salute tanto che aveva deciso di delegare all’altra figlia, la guida dell’azienda agricola. L’uomo era deciso ad uccidere e forse era stato lui a convincere la moglie e la badante ucraina ad andare insieme a messa. In genere una delle due presenziava alla celebrazione del sabato pomeriggio a Lardirago proprio per non lasciare Carlo solo in casa con il padre ormai non più autosufficiente. L’assistenza al figlio diventava comunque sempre più pesante soprattutto in considerazione dell’età avanzata dei due genitori e la preoccupazione per cosa sarebbe accaduto quando lui e la moglie non ci sarebbero stati più era sempre più angosciante.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: