Bookcrossing. Cercare libri anziché Pokemon

0 0
Read Time:2 Minute, 4 Second

Lo strepitoso successo planetario di Pokémon GO , è ormai alla fine ma qualcuno non ha perso tempo a trovare un’alternativa “culturale”. La nuova idea (?) è di Aveline Gregoire, preside di una scuola primaria del Belgio che, proprio ispirandosi all’app dei Pokemon, ha sviluppato un gioco online divertente e educativo il cui obiettivo è proprio quello di cercare libri invece che i mostriciattoli dei cartoni animati più popolari al mondo.L’innovativo gioco ideato dalla preside belga è davvero molto semplice: i partecipanti devono postare su Facebook, ovvero nel gruppo denominato “Chasseurs de livres” (ovvero cacciatori di libri), foto, immagini nonché alcuni indizi che possano facilitare l’individuazione del luogo in cui il libro è nascosto (solitamente Bruxelles e dintorni) per dar il via ad una eccitante ricerca. Chi trova il libro nascosto dovrà leggerlo e soltanto dopo potrà “rimetterlo in libertà” per la città, lasciando, così, anche agli altri che lo troveranno, la possibilità di leggerlo. Il bello del nuovo gioco è, quindi, che chi trova un libro posta sul gruppo che il tesoro è stato trovato e lascia uno o più libri a piacere, ed ecco che la caccia ai libri continua senza avere mai fine. Visto il grande successo ottenuto, l’insegnante starebbe addirittura pensando ad un’applicazione per gestire il gioco.

tumblr_inline_mpuburjc6b1qz4rgp

Idea nuova? Non so, comunque “Libera un libro” o bookcrossing non è una novità, nei social sono ormai tanti i gruppi che portano avanti l’idea di una caccia letteraria, a dimostrazione che quando l’idea è buona la gente la promuove. Consiste nell’abbandonare, o meglio liberare, un libro in qualunque posto della città ossia si sceglie un libro e un luogo dove lasciarlo, lo si appoggia in un punto ben visibile (panchina, statua, vetrina ecc.). E’ abitudine, una volta lasciato il libro nel luogo prescelto fare una foto e postarla su FB così che qualcuno interessato possa andare a liberarlo. Si tratta di un iniziativa praticata in varie parti del mondo, con l’obiettivo di diffondere la cultura ma sopratutto i buoni libri. Una sorta di promozione della lettura che avviene in tutto il mondo, attraverso un libero scambio di libri che molti trovano interessante, anche se dare l’addio ad un libro per alcuni può essere un sacrilegio se si tratta di libri più amati, ma se si pensa che, liberare un libro è un mezzo per trasmettere un emozione, si può più facilmente decidere di toglierli dalle librerie e condividere con amici sconosciuti il piacere della lettura.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: