Cagliari sconfitto anche dal Chievo al Sardegna Arena

0 0
Read Time:2 Minute, 24 Second

Cagliari. Arriva la seconda sconfitta per i sardi di mister Rastelli nel giro di pochi giorni al Sardegna Arena, complice i tanti infortuni ma anche una squadra che non riesce a girare al meglio e per essere più precisi non

riesce proprio a decollare. Due sconfitte pesanti contro squadre alla portata dei rossoblu, due squadre, sulla carta, dirette concorrenti per la salvezza e se non si è riusciti a portare a casa un solo punto sarà necessario strafare con le grandi per strappare qualche punticino e questo deve far riflettere

LA PARTITA

I fischi impietosi della Sardegna Arena sono la colonna sonora di Cagliari-Chievo. Una partita scorbutica, che non è mai decollata e che i clivensi hanno saputo vincere con l’organizzazione di gioco ben studiata. Un terreno di gioco imperfetto (ovviamente non può essere una scusante per il Cagliari) e una fase difensiva quasi impenetrabile dei gialloblù hanno spento le velleità di Sau e compagni, rimbalzati a ogni tentativo senza tanti problemi. Lo 0-2 conferma le qualità del Chievo ma anche i problemi offensivi del Cagliari che dopo il Sassuolo ha raccolto un’altra sconfitta e senza bucare il portiere avversario. Per Rastelli c’è da lavorare (forse) non appena potrà fare affidamento sui tanti acciaccati.
In attacco la coppia Sau-Giannetti, generosa e mobile, non ha dato gli sbocchi giusti costringendo Joao Pedro a cercarsi posizione e palloni lontano dalle zone nevralgiche del campo. Con Miangue e Padoin troppo rilassati, e quindi un gioco troppo centralizzato e lento. Con questa impostazione di gioco per il Chievo attutire i colpi è stato più semplice del previsto. Dopo il primo quarto di gara l’organizzazione tattica di Maran è venuta fuori lasciando il posto a un gioco semplice ma collaudato soprattutto in mezzo al campo, ed incisivo soprattutto nella ripresa.

L’episodio che ha cambiato la partita è arrivato al 53′ con un’incornata vincente di Inglese, bravo a svettare in area e a prolungare all’angolino un cross teso di Cacciatore. La reazione del Cagliari c’è stata, soprattutto con Sau e con l’inserimento di Cossu, ma senza grossi pericoli per la porta di Sorrentino. Ancora meno negli ultimi minuti dopo l’espulsione di Pisacane per doppia ammonizione che ha sbilanciato ulteriormente il match fino al raddoppio di Stepinski in pieno recupero.

IL TABELLINO

CAGLIARI-CHIEVO 0-2
Cagliari (4-3-1-2): Cragno,  Padoin (17′ st Faragò), Andreolli, Pisacan, Miangue, Dessena  (1′ st Cigarini), Barella (24′ st Cossu), Ionita, Joao Pedro, Giannetti,  Sau. A disp.: Crosta, Daga, Romagna, Capuano, Deiola, Pavoletti, Farias, Melchiorri. All.: Rastelli
Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Tomovic, Gamberini, Dainelli, Cacciatore, Castro, Radovanovic, Rigoni  (33′ Hetemaj); Birsa (31′ st Garritano); Pucciarelli (38′ st Stepinski), Inglese . A disp.: Seculin, Confente, Jaroszynski, Cesar, Bani, Bastien, Depaoli, Leris, Pellissier. All.: Maran
Arbitro: Aureliano
Marcatori: 8′ st Inglese, 48′ st Stepinski
Ammoniti: Hetemaj, Castro (Ch)
Espulsi: 38′ st Pisacane (Ca) per somma di ammonizioni

Giorgio Lecis

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: