Cagliari vs Sassuolo 1-1, la paura fa 95′. Vittoria sfumata all’ultima azione

0 0
Read Time:2 Minute, 47 Second

Il Cagliari posticipa ancora l’appuntamento con la vittoria. Nell’incontro casalingo contro il Sassuolo, nei ragazzi di Di Francesco è sembrata esserci la voglia di rimettere in sesto il proprio campionato. Tuttavia, come spesso succede nel calcio, la partita termina quando arbitro fischia.

Se la bella testata di Joao Pedro, propiziata dall’eccellente cross di Marin al 75′, presagiva la vittoria, la superficialità mostrata dal comunque positivo Sottil nell’ultima azione, è risultata fatale ai fini del successo.

Resta l’amarezza perchè serviva la vittoria sia in termini di classifica che di morale. E’ comunque un punto che fa “muovere” la classifica, un punto da cui partire per preparare i due prossimi ostici incontri con Lazio e Atalanta.

Alla Sardegna Arena, il Cagliari si schiera con Cragno; Zappa, Godin, Ceppitelli, Lykogiannis; Marin, Oliva, Deiola (arrivato col mercato di riparazione); Nainggolan, João Pedro; Simeone.

Il Sassuolo di De Zerbi replica con Consigli; Muldur, Marlon, Ferrari, Rogerio; Obiang, Locatelli; Traore, Djuricic, Boga; Caputo

Al 15′, è il Sassuolo ad aprire la giostra delle azioni con Locatelli: il suo colpo di testa è deviato in angolo da Cragno.

Al 19′ il destro di Joao Pedro costringe Consigli alla deviazione in angolo. Ancora Cagliari al 24 con un cross indirizzato sulla testa di Ceppitelli salvato miracolosamente dalla difesa ospite. Naingollan, sulla ribattuta, non riesce a indirizzare la palla in porta.

Quattro minuti dopo, Caputo serve Duricic che angola troppo rispetto alla porta difesa da Cragno. Lo stesso fantasista serbo, al 37, è autore di un colpo di testa magistrale ma è altrettanto magistrale Cragno nella risposta.

Rossoblù pronti a ribattere e al 40′, a Consigli battuto, è Naingollan a colpire il palo dopo un azione prolungata dei sardi. Sessanta secondi dopo, Godin non è abbastanza “cattivo” col suo colpo di testa e il pallone è morbidamente indirizzato sulle mani di Consigli.

Il primo tempo si chiude in parità e sostanzialmente il risultato sembra essere giusto.

Al 51′, il rientrante Deiola calcia da fuori area. Consigli blocca in due tempi.

Sul fronte opposto,al 54′ Cragno è un giaguaro sulla linea di porta. Prima evita l’autogol di Lykoggiannis, poi balza sul lato opposto per agguantare una palla spedita di testa da Traorè.

Pavoletti e Sottil prendono il posto di Simeone (non pervenuto) e Deiola al 64 mentre De Zerbi cambia Lopez e Defrel per Caputo e Obiang. Dopo è Walukiewicz a subentrare a Zappa,

Al 74′. Likogiannis anticipa Traorè mentre due minuti il Cagliari passa in vantaggio: Naingollan Sottil e Marin confezionano una palla che Joao Pedro, con una ottima stoccata di testa, spedisce oltre la linea di porta.

De Zerbi opta per Raspadori al posto di Duric mentre Di Francesco sostituisce Likoggiannis con Tripaldelli.

Il Sassuolo non molla ma il Cagliari si difende bene sino all’ultima azione dell’incontro Al 95′, Oddei, subentrato a Traorè, manda una palla in area. Bogà, superficialmente dimenticato da Sottil, ha tutto il tempo per insaccare e negare la vittoria ai rossoblù.

Laconico il commento di Mister Di Francesco: ” Il rammarico è grande, dopo una prestazione di alta intensità, forte compattezza e voglia di portare a casa una vittoria svanita nel finale. Dovevamo portare a casa il risultato pieno: questi per me sono due punti persi”.

De Zerbi, invece, dice: “Per come stava finendo la partita il punto mi va bene, se parliamo dei novanta minuti ci va anche stretto“.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: