Calcio. Serie A: il Cagliari ancora KO

0 0
Read Time:2 Minute, 35 Second

L’Empoli stende il Cagliari nello scontro diretto per la salvezza al Castellani in una gara ricca di colpi di scena, di terribile intensità, con undici ammoniti e tanto

nervosismo. Tre punti pesanti. I sardi, che falliscono un penalty con Joao Pedro al 35’ della ripresa, recriminano anche per un altro rigore inizialmente concesso e poi non assegnato da Rizzoli sempre nel secondo tempo, in seguito ad un contatto dubbio in area Diousse-Melchiorri.

La gara Al primo vero assalto l’Empoli sfonda la difesa peggiore della serie A: al 7’ Krunic in velocità sorpassa Pisacane e serve un filtrante al bacio per Marilungo che, sbarazzatosi di Ceppitelli, appoggia un pallone d’oro che Mchedlidze lasciato libero spinge in rete con forza.

Il Cagliari si butta in avanti col tentativo di recuperare. I padroni di casa resistono alle sfuriate in rapida serie e giocano di rimessa. Al 20’: incursione di Marilungo e, appena in tempo, Ceppitelli anticipa Mchedlidze al momento di colpire a rete. Al 31’ Marilungo innescato da Di Marco, a tu per tu con Storari, manda alle stelle la sfera mentre Bruno Alves era a cercare funghi. In chiusura Krunic si rende pericoloso con una punizione deviata dalla barriera. E il primo tempo va in archivio senza occasioni degne di questo nome da parte del Cagliari.

Nella ripresa dopo l’infortunio di Barella, al Cagliari viene inizialmente concesso un calcio di rigore per un fallo di Diousse su Melchiorri al 10’, ma Rizzoli dopo un consulto con l’arbitro di porta Celi cambia idea e ammonisce Dessena per proteste. La partita prosegue tra assalti e ripartenze, ma al 27’ doccia fredda per il Cagliari, Mchedlidze con un bellissimo diagonale mette in rete la palla del raddoppio. I sardi non si arrendono e potrebbero accorciare le distanze con Joao Pedro dagli undici metri al 35’ per un fallo in area di Bellusci su Farias, ma il superlativo Skorupski ipnotizza in brasiliano e devia la conclusione. Finisce così, dopo due occasioni per Diousse e Giannetti senza esito: Empoli in festa e Cagliari in crisi.

EMPOLI-CAGLIARI 2-0 Marcatori: Mchedlidze al 8′ p.t. e al 27′ s.t.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski, Zambelli (Cosic al 24′ p.t.), Bellusci, Costa, Pasqual (Dimarco al 24′ p.t.); Krunic, Diousse, Croce; Saponara; Mchedlidze (Gilardino al 37′ s.t.), Marilungo (Pelagotti, Barba, Mauri, Maiello, Pereira, Buchel, Tello, Maccarone, Pucciarelli)

All. Martusciello

Cagliari (4-3-1-2): Storari; Isla, B. Alves, Ceppitelli, Pisacane; Dessena (Joao Pedro al 24′ s.t.), Padoin, Barella (Di Gennaro al 4′ s.t.); Farias; Melchiorri, Sau (Giannetti al 16′ s.t.) (Tachtsidis, Salamon, Rafael, Bittante, Colombo , João Pedro , Munari, Capuano)

All. Rastelli

Ammoniti: Padoin (C) al 5′ p.t.; Saponara (E) al 14′ p.t.; Costa (E) al 35′ p.t.; Krunic (E) al 42′ p.t.; Melchiorri (C) al 43′ p.t.; Marilungo (E) al 45′ p.t.; Dessena (C) al 12′ s.t.; Farias (C) al 13′ s.t.; Mchedlidze (E) al 20′ s.t.; Isla (C) al 26′ s.t; Gilardino (E) al 46′ s.t.

Giorgio Lecis

 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: