Eurallumina, in arrivo la Cigs 2019 per i 260 lavoratori

Una nuova pagina della lunga vertenza Eurallumina è stata scritta oggi fra la società, l’assessorato del Lavoro, la Confindustria Sardegna Meridionale e le organizzazioni sindacali Filctem-CGIL, Femca-CISL, Uiltec-UIL.

Con il preaccordo odierno focalizzato sul piano di gestione delle risorse umane nello stabilimento di Portovesme, si è voluto tutelare i livelli occupazioni attuali e riconoscere per il 2019 la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria,per riorganizzazione aziendale, ai 260 lavoratori in organico nell’azienda.

In attesa del passaggio formale previsto a Roma mercoledì prossimo, il documento di oggi prevede l’applicazione di una norma della Legge Finanziaria 2018, varata dal Governo Gentiloni, che dispone, per le imprese con rilevanza economica strategica, anche a livello regionale, la possibilità di accedere all’integrazione salariale, per la prosecuzione del programma di riorganizzazione aziendale, dietro la presentazione di un piano di gestione delle risorse umane con specifiche azioni di politiche attive, in accordo con la Regione interessata.
Eurallumina, soddisfa tali criteri e come tale, dovrà proseguire con l’attuazione degli investimenti, previsti nel piano di riorganizzazione aziendale, che non si sono potuti sviluppare nel programma industriale già approvato e in corso di conclusione entro il 31 dicembre 2018.
L’assessora regionale al Lavoro Virgina Mura dichiara: “Con la riforma regionale dei servizi per l’impiego, che ci permette 
oggi di avere Centri per l’Impiego pienamente operativi, per prendere in carico i lavoratori che necessitino di un riallineamento delle loro competenze, la Regione è pronta a dar corso alla previsione di legge nazionale. Inoltre, con il programma LavoRas abbiamo già a disposizione un articolato pacchetto di misure di politica attiva del lavoro, da applicare in favore dei lavoratori di EurAllumina”.
L’azienda presenterà istanza per accedere ad un periodo di Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria prevalentemente a zero ore, che interesserà l’intero organico aziendale, per un periodo di ulteriori 12 mesi, a decorrere dal 1° gennaio 2019 sino al 31 dicembre 2019.
Con ciò, sara presentato il piano di gestione delle risorse umane, condizione necessaria per accedere all’ammortizzatore sociale in deroga, progettato e condiviso dall’azienda con l’assessorato del Lavoro della Regione Sardegna.

Sarà, nello specifico, eseguita la mappatura da parte dell’azienda dei profili professionali obsoleti, (con l’invito ai lavoratori interessati ad utilizzare i servizi disponibili presso i Centri per l’Impiego del territorio), l’analisi dei fabbisogni di competenze nell’industria, (anche con l’eventuale collaborazione degli sportelli del Centro per l’impiego o agenzie per il lavoro private), l’orientamento per la ricollocazione in settori alternativi di eventuali figure in esubero, un servizio di outplacement finalizzato alla ricollocazione di lavoratori nel mercato del lavoro, con il supporto dei Centri per l’impiego e con la collaborazione dell’Agenzia per il lavoro privata Unimpiego Confindustria; la formazione continua, anche attraverso l’utilizzo dei Fondi interprofessionali ai quali l’azienda aderisce

Da parte sua, EurAllumina S.p.a. si dichiara disponibile a partecipare a bandi e iniziative promosse dalla Regione Sardegna in materia di formazione e riqualificazione professionale del personale interessato dalla Cigs, eventualmente attivate nel sito industriale.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *