Giulia giornaliste. 5 dicembre – corso di aggiornamento professionale “Consapevolezza, pregiudizi e stereotipi nei confronti della LGBTQ+”

0 0
Read Time:2 Minute, 18 Second

L’impegno contro ogni forma di discriminazione basata sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere e, più in generale, contro ogni forma di discriminazione, continua a crescere nel nostro Paese. Così come si rafforza la consapevolezza dei diritti delle persone lesbiche, gay, transessuali, bisessuali, queer (LGBTQ+). ARCGiulia giornaliste Sardegna e Ordine dei giornalisti della Sardegnaorganizzano il corso di aggiornamento professionale per giornalisti e giornaliste dal titolo “I diritti e le battaglie per riconoscerliConsapevolezzapregiudizi e stereotipi nei confronti della LGBTQ” un corso con l’obiettivo di ragionare su come l’informazione nazionale, in particolare quella sarda, abbia rappresentato e raccontato questi ultimi venti anni di battaglie per l’inclusione. L’evento formativo si svolgerà lunedì 5 dicembre dalle 14.00 alle 18.00 in via Falzarego 35, a Cagliari, nella sede dell’ARC.

È importante che i giornalisti conoscano le esperienze vissute, i problemi, le aperture, ma anche gli ostacoli che si frappongono al dibattito su questi temi. Opportuna anche una verifica sul modo in cui l’informazione, anche a livello locale, ha affrontato la problematica, in considerazione della sempre maggiore attenzione che la deontologia professionale assegna alla tutela dei diritti. Non a caso, il Testo unico dei doveri del giornalista si è arricchito di un articolo specifico (art 5 bis) che tutela l’orientamento e l’identità sessuale delle persone. Circostanza che inserisce questa tematica a pieno titolo nella deontologia professionale.

ARC è l’associazione sarda culturale e di volontariato che da vent’anni opera a Cagliari, impegnata a promuovere questi diritti, non sempre considerati nella giusta misura. I giornalisti e le giornaliste partecipanti avranno diritto a sei crediti formativi.

Intervengono:

·         Francesco Birocchi, presidente Ordine dei giornalisti della Sardegna;

·         Susi Ronchi, coordinatrice Giulia giornaliste Sardegna;

·         Silvia Brena, scrittrice, giornalista, co-fondatrice del progetto Vox- Osservatorio italiano sui diritti;

·         Manuela Manera, autrice del saggio: “La lingua che cambia. Rappresentare le identità di genere, creare gli immaginari, aprire lo spazio linguistico”;

·         Pasquale Quaranta, giornalista La Stampa, si occupa di Diritti umani, cultura gay, pari opportunità;

·         Michele Pipia (rappresentante Arc) e Serena Schiffini (Giulia giornaliste) ripercorrono vent’anni di attivismo LGBTQ+ in Sardegna;

·         Agnese Canevari, costituzionalista, dirigente UNAR (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali e coordinatrice della Rete per la doppia preferenza.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: