Musica sulle Bocche e Rocce Rocce Blues, fanno rete con ‘Coast to Coast Festivals’

0 0
Read Time:2 Minute, 53 Second

Sarà un mese di musica dal 5 al 28 agosto tra il nord Sardegna e l’Ogliastra: due tra i più famosi festival della Sardegna si uniscono in un progetto comune che lega la musica ed il paesaggio.

Pur conservando le loro identità, i due festival condivideranno alcuni artisti dei loro cartelloni, per un mese di grande musica tra il nord della Sardegna e l’Ogliastra. Dall’incontro tra Musica sulle Bocche e Rocce Rosse Blues nasce la rete dei ‘Coast to Coast Festivals’.

“E’ un progetto che mira alla condivisione di valori e idee, pianificando una proposta coordinata e unica nel suo genere”, spiegano Enzo Favata e Tito Loi, direttori artistici dei festival Musica sulle Bocche e Rocce Rosse Blues.

Dal 5 al 28 agosto prossimi alcuni artisti saranno presenti in entrambe le rassegne, e saranno nomi di grande rilievo come lo straordinario pianista jazz di origine armena Tigran Hamasyan, il trio composto da Beppe Servillo, Rosario Mangalavite e Javier Girotto, il percussionista Trilok Gurtu, e il leggendario Mogol che presenterà la Medit Voices Orchestra.

“Quest’anno la collaborazione è partita sia dalla condivisione di alcuni artisti internazionali, per i quali un solo concerto sarebbe stato molto oneroso per un unico festival, sia dalla volontà di rendere protagonisti centri e territori con un grande rischio di spopolamento – continuano Favata e Loi – Abbiamo creato la rete dei ‘Coast to Coast Festivals’ con l’ambizione che possa assumere una funzione pilota per l’intero territorio regionale, per favorire non solo la crescita dei singoli festival, ma anche per rilanciare uno sviluppo culturale sostenibile, legato al paesaggio ed alla cultura immateriale dei territori, considerandoli come elementi inscindibili dell’offerta”.

Seguendo questa filosofia, Musica sulle Bocche (giunta alla sua ventunesima edizione) quest’anno confermerà la sua formula itinerante che, facendo perno su Castelsardo, toccherà ben quindici comuni del nord Sardegna, dall’Anglona fino alle Bocche di Bonifacio, mentre la trentesima edizione del Rocce Rosse Blues si articolerà tra Ulassai e diversi comuni dell’Ogliastra.

Proprio questa singolare comune azione nei propri territori ha stimolato la volontà di aggregazione dei due festival, con l’intento di mettere a frutto il lavoro di alto valore culturale svolto negli anni. Musica sulle Bocche e Rocce Rosse Blues hanno infatti proposto produzioni originali e, con l’obiettivo di avvicinare il pubblico alla musica, hanno inventato nuove formule, come i concerti all’alba ed al tramonto, dando risalto alle bellezze della natura e avvicinando gli artisti internazionali al pubblico delle piccole comunità.

I due grandi festival sono riusciti ad imporsi negli anni nonostante si tengano in aree geografiche tra le più suggestive della Sardegna, ma difficilmente collegate ai grandi flussi della fruizione culturale ed artistica, naturalmente più semplici da attivare nelle grandi città o vaste aree metropolitane, come quella cagliaritana e sassarese.

Due grandi festival, dunque, di elevata attrazione internazionale forti nelle comunità di appartenenza, calendarizzati in modo tale da garantire l’offerta, ma soprattutto coordinati nelle attività collaterali, nelle coproduzioni, nei progetti artistici condivisi e nella comunicazione.

“Questo è solo l’inizio di una collaborazione che in futuro potrebbe coinvolgere anche altri festival costieri che, trascendendo i programmi dei singoli festival e integrandoli al suo interno, punta a creare un eccezionale evento di livello internazionale di cui la Sardegna necessita per imporsi sul mercato del turismo culturale”, concludono Enzo Favata e Tito Loi.

APZ

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: