Salvini da Floris: “Qualcuno in Europa vuole comprarsi l’Italia a prezzi stracciati”

“Perché il governo di Lega e M5s non è nato? Ho fonti certe e verificate: qualcuno in Europa punta sulla disfatta dell’Italia per poterla svendere a

pezzetti”. Matteo Salvini è l’ospite più atteso di DiMartedì da Giovanni Floris e raccoglie ovazioni in studio a ogni intervento.
“Mi sarei preso la responsabilità, di essere messo alla prova dei fatti, avrei smontato la 
legge Fornero. Invece Sergio Mattarella si è inventato Carlo Cottarelli, ma chi è? L’Italia non rischia, sono manovre di speculatori”, ha spiegato il leader della Lega su La7, ribadendo poi la propria difesa strenua di Paolo Savona, il ministro dell’Economia che ha fatto “saltare” l’esecutivo perché malvisto dal Quirinale. “La sua posizione accademica sull’uscita dell’Italia dal’euro, condivisa da 7 premi Nobel in economia, non era nel nostro programma. Non ho tolto la parola data per una poltrona”. Di sicuro, ha confermato Salvini, Savona verrà riconfermato nella squadra di governo della Lega per le prossime elezioni. “Non riesco a capire dove abbiamo sbagliato, non pensavo che un signore come Savona, dalla tanta esperienza, era un barbaro secondo Bruxelles e Berlino. Forse qualcuno non voleva far nascere il Governo”. E sul suo famigerato “Piano B” per l’uscita dall’euro, Salvini ha tagliato corto: “Se costruisco una nave metto le scialuppe di salvataggio. Nessuno ha mai pensato di andare a Bruxelles a fare casino per far uscire l’Italia dall’eurozona ma le nostre richieste devono essere ascoltate”. 

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *