Silanus. Ex sindaco del Nuorese sequestrato e picchiato a sangue

0 0
Read Time:1 Minute, 58 Second

Sarà il racconto di Luigi Morittu, l’ex sindaco di Silanus di 67 anni, vittima del brutale pestaggio avvenuto ieri nella sua azienda agricola, a contribuire alle indagini per ricostruire quanto accaduto e risalire agli autori.

L’ex primo cittadino del paese del Nuorese è già stato sentito una prima volta ieri dai Carabinieri della Compagnia di Macomer e della stazione di Silanus, ma era troppo scosso per un interrogatorio approfondito.

Nelle prossime ore sarà ascoltato dagli inquirenti che lavorano sotto traccia per evitare di pregiudicare le indagini.

Si punta a una rapida identificazione degli aggressori – due uomini incappucciati di cui uno armato di pistola – per evitare il pericolo di fuga o l’inquinamento delle prove. Sotto choc la comunità di Silanus in cui da ieri sera si succedono le voci di una possibile pista: gli aggressori avrebbero parlato con un marcato accento dell’est Europa e sul sedile del suv di Morittu, utilizzato dai malviventi per la fuga, avrebbero dimenticato un cellulare. Circostanze che non trovano però conferme ufficiali. Il sostituto procuratore di Oristano Armando Mammone, che coordina le indagini, ha ordinato una vasta attività investigativa sul campo, con posti di blocco, perquisizioni e interrogatori di persone vicine all’azienda agricola della vittima.

Esperti al lavoro anche sui filmati delle telecamere presenti in paese e in periferia. Ma è sugli elementi che emergeranno dal nuovo interrogatorio della vittima che gli inquirenti contano di più per stringere il cerchio sui responsabili della brutale aggressione.

SINDACO ARCA, “AZIONE MAFIOSA “- “Ciò che è successo all’ex sindaco Luigi Morittu è gravissimo, si tratta di un’azione in perfetto stile mafioso che getta la comunità nella preoccupazione e nella paura. Un gesto al quale rispondiamo con una condanna ferma e stringendoci attorno a Luigi e alla sua famiglia per fargli arrivare la vicinanza e la solidarietà di tutto il paese”. Così all’ANSA l’attuale primo cittadino di Silanus (Nuoro), Gian Pietro Arca, dopo l’episodio di violenza nei confronti dell’ex sindaco del paese sequestrato, picchiato a sangue e minacciato di morte nella sua azienda agricola.

“I miei concittadini non si capacitano di ciò che è successo a Luigi, un uomo mite, corretto e stimato da tutti. Io stesso non ho mai visto né sentito di azioni di questo tipo a Silanus. L’unica speranza – conclude Arca – è che le forze dell’ordine risolvano presto il caso e gli aggressori siano assicurati alla giustizia”. (Ansa.it)

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: