Terremoto, bilancio è di 250 morti e 365 feriti. Nuove scosse, crolli ad Amatrice

0 0
Read Time:2 Minute, 38 Second

Una nuova forte scossa di terremoto di magnitudo 4,3. è stata avvertita poco fa nell’area del cratere del terremoto di ieri in Lazio e Marche. Ad Amatrice ha provocato alcuni crolli in edifici già danneggiati.  Ambulanze si sono dirette verso la zona rossa.

Sale a 250 morti il bilancio delle vittime del terremoto in Centro Italia. E’ l’ultimo aggiornamento ufficiale del Dipartimento della Protezione Civile. Il numero dei feriti ospedalizzati è salito a 365. Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione Civile, teme però che il bilancio in termini di vittime, possa essere di dimensioni peggiori di quello dell’Aquila dove i morti furono 309″.

Procura Rieti indaga per disastro colposo

Intanto si continua a scavare. Dalle macerie dell’istituto delle suore, proprio all’inizio del corso di Amatrice, “sono state tirate fuori tre persone, stiamo cercando una quarta”, riferisce Marco Piergallini, dei vigili del fuoco di Roma, sul posto insieme agli altri soccorritori e alle unità cinofile. L’obiettivo è “tirare fuori tutti quelli che si presume siano dentro sia dalle testimonianze che da quanto viene tracciato dalle strumentazioni”, spiega. L’edificio, sventrato e accartocciato su se stesso, è un cumulo di macerie, mentre la ruspa sposta i detriti, i vigili del fuoco proseguono le ricerche anche con l’aiuto dei cani da salvataggio.

“Da ieri stiamo lavorando con tutte le nostre forze. Questa mattina all’alba abbiamo ripreso le ricerche di eventuali dispersi con i cani da macerie ma c’è solo stata una flebile segnalazione che stiamo verificando. Per il resto nulla”, racconta all’Adnkronos Paolo Cortelli Panini del Soccorso Alpino e Speleologico delle Marche, da ieri al lavoro senza sosta con 60 uomini nella zona di Pescara del Tronto, la frazione di Arquata tra i centri più colpiti, quasi raso al suolo dal sisma. “Per tutta la giornata – spiega – andremo avanti a scavare”.

E mentre per molti sfollati, si calcola siano almeno 2500, è stata una notte passata in tenda,  la terra ha continuato a tremare nelle zone colpite ieri dal devastante sisma . Nella notte si sono verificate oltre 60 repliche, con la scossa più forte, di magnitudo 4.5, registrata dall’Istituto di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) alle 5,17 di questa mattina a una profondità di 10 chilometri. L’epicentro è tra Accumoli, nel Reatino, e Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno. Altre scosse registrate dall’Ingv sono avvenute nella zona di Rieti alle 4,51, magnitudo 3.9, e due minuti dopo nella provincia di Ascoli Piceno, con una magnitudo di 2.8.

La Protezione civile ricorda inoltre che sono attivi i seguenti numeri verdi informativi: contact center della Protezione civile nazionale: 800840840; sala operativa della protezione civile Lazio: 803 555; numero verde della Protezione Civile delle Marche 840001111. Per la raccolta di offerte di beni e servizi in favore delle popolazioni colpite, la Regione Lazio e la Regione Marche hanno attivato due caselle di posta dedicate: per il Lazio le offerte possono essere inviate a sismarieti@regione.lazio.it. Per le Marche il riferimento è prot.civ@regione.marche.it. È infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: