Vince Trump: "Mi dispiace avervi fatto aspettare"

0 0
Read Time:1 Minute, 43 Second

Mi dispiace avervi fatto aspettare”, sono state queste le prime parole di Donald Trump rivolte agli americani.
L’ufficialità della clamorosa vittoria di Trump è arrivata in mattinata, al termine di una lunga notte ed ha ribaltato tutte le previsioni, i sondaggi, e soprattutto ottenuta  senza l’appoggio degli organi di informazione, né di capi di Stato esteri (Putin escluso).
Che le cose non andassero per il verso giusto per la Clinton lo si è capito quando hanno cominciato ad arrivare i primi dati dalla Florida, l’area di battaglia per eccellenza, dove Obama aveva vinto in entrambe i suoi mandati. Affinchè Trump vincesse era necessario che tutte le rilevazioni in Florida, North Carolina, Ohio e negli altri Stati chiave venissero smentite, ed è proprio ciò che è accaduto. Donald Trump ha vinto contro Clinton e i democratici e ha zittito tutto un sistema che non lo ama. Ma lui non si è mai dato per vinto ed ha fatto di tutto per fare presa, riuscendoci, sulle masse rurali solite all’astensione, strappando alla Clinton regni da sempre democratici. A Hillary Clinton sono mancati i voti delle minoranze, i latinos in Florida non hanno pesato e solo il 12% degli afroamericani è andato a votare.
In america da oggi si gira un nuovo film, a molti non piace, ma democraticamente parlando a Trump è stata data una chance, ora speriamo che la sfrutti nel modo migliore per tutti perché dietro questa vittoria c’è una grande fetta d’America che ha voglia di cambiare.
Che dire di Hillary Clinton che nonostante una formidabile macchina da guerra con uno staff di oltre 700 persone retribuite e migliaia di volontari non è riuscita a tenere testa a un candidato politicamente inesperto come Trump? Il suo sogno si è infranto, non sarà lei la prima donna presidente degli Stai Uniti d’America, perché per gli  americani non è importante il sesso di chi sta alla Casa Bianca ma quello che vogliono fare. E gli americani hanno scelto senza paura, hanno scelto un uomo. Evidentemente la Clinton non era la donna giusta.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: