‘Ai Confini tra Sardegna e Jazz’ a tre giorni dall’inizio

0 0
Read Time:1 Minute, 44 Second

Solo una manciata di giorni e prenderà il via, dal 30 agosto all’8 settembre, la XXXIV edizione del Festival internazionale ‘Ai Confini tra Sardegna e Jazz’, dal titolo ‘The New Sound of Porgy and Bess’.

La storica kermesse musicale che si svolgerà tra Sant’Anna Arresi, Masainas, Teulada e San Giovanni Suergiu, sarà anche quest’anno un imperdibile nuovo avventuroso viaggio tra musica, mare e tramonti di fine estate.
La cornice sarà quella consueta di Piazza del Nuraghe dove si esibiranno alcuni tra i colossi del jazz mondiale: Dwight Trible, Lonnie Holley, Matthew Shipp, Joshua White, Rob Mazurek, Nicole Mitchell e tanti altri.

Questa edizione prevede anche la partecipazione speciale del grande pianista marchigiano Giovanni Allevi, che si esibirà in una cornice per lui del tutto nuova.
Ventiquattro concerti per dieci intensi giorni, non solo sul palco principale all’ombra del Nuraghe, ma anche spettacoli dislocati in altre uniche locations, come le bellissime spiagge di Is Solinas a Masainas, di Porto Pino e Porto Tramatzu a Teulada.

Il tutto sarà arricchito da vari seminari dedicati ai bambini, un’occasione unica ed inconsueta per avvicinarsi alla musica e alla creatività, guidati da artisti di livello internazionale con i quali si proverà l’emozione di costruire un vero e proprio spettacolo diventandone protagonisti al momento della esibizione di fine seminario.

Inoltre, tra gli appuntamenti culturali di quest’anno ci sarà anche la fotografia d’autore con il noto fotografo sloveno Ziga Koritnik che presenterà la sua ultima fatica editoriale: un libro fotografico che raccoglie venticinque anni di chiarissima carriera e ripercorre diversi ed importanti momenti del Festival.

Il Festival di Sant’Anna Arresi – appuntamento culturale tra i più importanti nel panorama sardo – presenta dunque un programma davvero unico nel suo genere, per spettacoli di elevato livello con artisti del gotha della musica mondiale e locations degli appuntamenti di strordinaria bellezza naturale e storica; un mix che rende la manifestazione imperdibile, sia per i cultori ed addetti ai lavori ma anche per i neofiti del jazz che avranno modo di conoscere ed apprezzare la bellezza della grande musica.

Alberto Porcu Zanda

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: