Cagliari. Arriva il Club di Jane Austen

0 0
Read Time:4 Minute, 46 Second

Anche a  Cagliari Il Club di Jane Austen, il club è un progetto culturale dell’Associazione Educanimarte patrocinata dal Comune di Cagliari, finalizzato alla creazione di un circolo letterario riservato alle donne, con la finalità di promuovere la lettura e la letteratura. Un luogo di dialogo, confronto e di incontro per discutere di libri, esperienze di vita, visioni culturali, davanti ad una tazza di tè e un vassoio di appetitosi dolci, sarà ricreata l’atmosfera ottocentesca del salotto inglese, grazie alla stilista di abiti d’epoca Federica Demontis in arte Miss Froggy Styling Dress, che per l’occasione vestirà modelle e modelli in perfetto stile austeniano. L’appuntamento è per mercoledì 30 novembre alle ore 18 presso lo Spazio eventi al primo piano della MEM Mediateca del Mediterraneo.

15037331_1158688177512222_1231587548458643212_n
Per inaugurare l’avvio del club è stata organizzato un convegno di apertura che vedrà la partecipazione di Giuditta Sireus, ideatrice del progetto, Vanessa Roggeri, scrittrice, Cristina Muntoni, giornalista e la straordinaria partecipazione di Giancarla Zaino Marciano, ideatrice e amministratrice della famosissima pagina facebook “Orgoglio e Pregiudizio”, dove si trova scritta la spiegazione della sua creazione:“pagina nata inizialmente come dedica al film Orgoglio e pregiudizio del 2005, di cui privilegiamo in modo assoluto la versione rispetto alle altre. Successivamente abbiamo deciso di condividere la passione per Jane Austen e tutte le sue opere con voi. Da questa pagina è nato un Club di Jane Austen con sede a Cassino, che si incontra mensilmente per discutere delle sue opere e del suo mondo.
Ma chi era Jane Austen?

Jane Austen nacque nel 1775 a Steventon, un villaggio dello Hampshire dove il padre era il pastore della chiesa, e morì nel 1817, all’età di 42 anni, dopo aver scritto sei romanzi, iniziati intorno ai vent’anni ma pubblicati solo a partire dal 1811. Austen visse in un’epoca e in uno strato sociale in cui, in mancanza di altri intrattenimenti, la conversazione, gli incontri, le passeggiate in compagnia, le visite agli amici e ai vicini di casa erano la parte più importante della vita quotidiana e gli eventi più clamorosi e più attesi erano i balli. Durante i balli, che potremmo dire sono i grandi protagonisti sociali della letteratura di Jane Austen, si stringevano nuove amicizie, ci si divertiva fino a tarda notte, e soprattutto le giovani donne avevano la possibilità di trovare un marito. In una società dove la libertà femminile era limitata al punto che a una donna non era consentito camminare da sola in città o scrivere una lettera ad un uomo che non fosse un parente o il fidanzato, i balli costituivano una straordinaria opportunità per farsi conoscere e, alla lunga, per accasarsi. E il matrimonio era l’unica via di fuga per una donna del ceto medio-alto, la quale non poteva lavorare e guadagnarsi da vivere da sola, solo raramente poteva possedere proprietà, e aveva sempre bisogno della protezione maschile per mantenere la propria buona reputazione. La scelta di Jane Austen di “vivere della propria penna” rifiutando il matrimonio e quindi il naturale destino delle donne della sua epoca diede adito a forti difficoltà: furono i suoi fratelli, e soprattutto il maggiore, Edward, a dover sempre provvedere per il mantenimento suo, della sorella Cassandra (anche lei mai sposata a seguito della morte del fidanzato) e della madre vedova. Edward e Frank Austen dovettero procurare loro una casa dopo la morte del padre e assicurare la loro sopravvivenza; e il fratello Henry si incaricò di trattare con gli editori la pubblicazione delle opere di Jane, perché a lei non era consentito farlo personalmente.
Orgoglio e pregiudizio
Al 1813 risale la pubblicazione del più celebre e del più amato dei romanzi di Austen, Orgoglio e pregiudizio. La sostanza dell’intreccio si svolge più o meno come segue. Nella contea di Hartford la famiglia Bennet, composta dai genitori e da cinque figlie, è in subbuglio per la notizia che una sontuosa dimora a loro vicina, Netherfield, è stata affittata ad un ricco e giovane gentiluomo, il signor Bingley. In occasione di un ballo nel villaggio di Meryton, il signor Bingley si invaghisce della maggiore delle sorelle Bennet, Jane, mentre il suo caro amico, il signor Darcy, indispettisce l’intera comunità con il suo carattere burbero e orgoglioso. La prima ad essere infastidita da lui è Elizabeth, la seconda delle sorelle Bennet. Elizabeth conosce in seguito un giovane soldato, Wickham, e ne rimane affascinata. Come se non bastasse, Wickham le racconta di essere stato defraudato da Darcy dell’eredità lasciatagli dal padre di quest’ultimo, suo benefattore, confermando così l’antipatia di Elizabeth per Darcy. La serenità generale comincia ad offuscarsi quando la sorella di Bingley lo convince a lasciare per sempre Netherfield con lo scopo di allontanarlo da Jane: la sua motivazione è che la giovane Bennet non sarebbe una moglie adeguata per lui, alla luce dei comportamenti poco eleganti dei suoi genitori e delle sue sorelle minori. Anche Darcy lascia così l’Hertfordshire, e Wickham sparisce a sua volta misteriosamente. Le ragazze Bennet rimangono prive di tutti i loro divertimenti. Più avanti nella storia accade che tre delle sorelle Bennet abbiano l’occasione di lasciare la casa paterna: Jane va a Londra in compagnia degli zii; Lydia, la minore, segue un’amica a Brighton; ed Elizabeth parte dapprima per una lunga visita a casa di una cara amica nel Kent e successivamente, in compagnia degli zii, per un viaggio nel Derbyshire. Nel corso di questi spostamenti Elizabeth ha l’occasione di incontrare nuovamente e più volte Darcy, e per lui inizia a provare sentimenti contrastanti. Grazie a queste frequentazioni, e dopo numerosi e vivaci equivoci, Elizabeth scopre gli intrighi del vecchio amico Wickham, che però è destinato a tornare drammaticamente nel destino della famiglia Bennet.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: