Migliaia di persone uccise, tra cui tanti bambini, milioni di euro di import/export di armi. Questi alcuni numeri della guerra in Yemen condotta da una coalizione guidata dall’Arabia Saudita, rifornita di armi anche dalla Sardegna.

Il Presidio Piazzale Trento di Cagliari ha organizzato per sabato 3 dicembre un sit-in di protesta in piazza Costituzione alle ore 10:00. Nel mirino degli attivisti del Presidio la produzione sardo-tedesca delle Mk84 e Blu109 della Rwm Italia SpA di Domusnovas, Sulcis Iglesiente.  

Il valore dell’export verso l’Arabia Saudita è salito a 257 milioni nel 2015 dai 163 milioni del 2014. Un aumento del 58% è attribuibile in gran parte alle tonnellate di bombe aeree prodotte nello stabilimento sulcitano tra le proteste e le denunce – anche alla magistratura – di parlamentari e pacifisti. Neanche le organizzazioni umanitarie come Amnesty International, Emergency e Medici Senza Frontiere sono riuscite a proteggere i propri ospedali dai bombardamenti sauditi.

L’evento è organizzato nell’ambito del Mese dei Diritti Umani 2016.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *