Istanbul. Grave attentato al termine della partita Besiktas Bursapor

0 0
Read Time:1 Minute, 0 Second

Due esplosioni  hanno insanguinato stasera Istanbul. La prima un’autobomba, azionata da un kamikaze, di fronte lo stadio Vodafone Arena, al termine della partita Besiktas Bursapor che ha lasciato sul terreno 15 agenti morti e 38 feriti, inclusi civili. La deflagrazione è avvenuta alle 22,28 locali (le 21,28 in Italia), il match contro il Bursapor era finito 2 ore prima e  il gruppo di agenti stava lasciando la zona a bordo di un autobus.
Il secondo ordigno è deflagrato nel vicino parco Gezi a piazza Taksim.
Subito dopo l’attentato a Istanbul, il consiglio supremo turco di controllo dei media ha disposto il divieto di diffusione di notizie sulla vicenda, come avviene regolarmente dopo ogni attacco terroristico. La pista seguita è quella del terrorismo curdo, sia il Pkk che gli scissionisti del Tak infatti, utilizzano la tattica dell’autobomba per colpire le forze di sicurezza turche. A far cadere la pista Isis il fatto che i terroristi abbiano atteso il deflusso dei tifosi del Bursaspor per colpire, evitando così deliberatamente di colpire i civili e causare un’autentica strage.
Le foto e i video diffusi sui social media mostrano una colonna di fumo alzarsi dallo stadio. Sul posto sono accorso diverse ambulanze.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: