La prima edizione di “Musica sulle Bocche Spring” ad Alghero nel segno della pace

0 0
Read Time:3 Minute, 51 Second

Ad Alghero la musica annuncia la primavera. Sabato 19 e domenica 20 marzo appuntamento con “Musica sulle Bocche Spring”, la prima edizione delle versione primaverile dello storico festival organizzato dall’associazione Jana Project e che porterà sul palco del Teatro Civico nel corso della prima serata la violinista Anais Drago con il suo lavoro “Solitudo” e a seguire il progetto “MysticGeography” con il sassofonista Enzo Favata, il chitarrista Marcello Peghin e l’argentina Luciana Elizondo alla viola da gamba e alla voce, per chiudersi domenica con il batterista messicano Antonio Sanchez e la sua band Bad Hombre, in Sardegna per una delle due uniche date italiane del tour europeo di questo straordinario artista, vincitore di quattro Grammy. Tre concerti in due serate in cui la musica invocherà la pace. “Music, no war” sarà infatti la grande scritta che campeggerà sul palco del Teatro Civico. “La musica da sempre attraversa le frontiere e unisce i popoli”, spiega il direttore artistico Enzo Favata, “e noi con questo semplice messaggio vogliamo ribadire la nostra contrarietà a questa guerra”. “Musica sulle Bocche Spring” è organizzato dall’associazione Jana Project con il sostegno della Fondazione Alghero.

Infoe bigliettiticketmusicasullebocche@gmail.comwww.musicasullebocche.it.

Eletta dalla rivista Musica Jazz quale miglior talento italiano e protagonista dell’indimenticabile concerto all’alba a Castelsardo nella edizione 2021 del festival Musica sulle Bocche, ad aprire la prima edizione di “Musica sulle Bocche Spring” sarà la violinista Anais Drago. Fresca vincitrice del Premio Isio Saba per l’innovazione nel jazz, l’artista salirà alle 20 sul palco del Teatro Civico per presentare il suo progetto “Solitudo” nel quale spazia tra le sonorità del jazz, del rock, della world music, dell’avanguardia e della sperimentazione. Un concerto che stupisce per la moltitudine di suoni e la ricchezza armonica e melodica.

Alle 21 la serata proseguirà con il trio composto dal sassofonista e compositore EnzoFavatainsieme alla musicista argentina LucianaElizondoalla viola da gamba e alla voce, e al raffinato chitarrista MarcelloPeghin, protagonista di MysticGeography, un progettooriginale nato da una residenza artistica prodotta da Musica sulle Bocche, dedicato al tema della religiosità e del misticismo. Se la voce di Elizondo arriva dal profondo periodo barocco, con il suo strumento capace di aprire paesaggi dipinti dai maestri fiamminghi del 1500, Favata (al sax soprano, clarinetti basso e contralto, sintetizzatori ed altri strumenti della sua grande collezione) e Peghin evocano mondi siderali, suoni lontani tra loro che si sposano perfettamente con quelle sonorità arcaiche della viola e del canto, in un viaggio tra la musica del Cinquecento e le sonorità contemporanee.

La prima edizione di “Musica sulle Bocche Spring” si chiuderà domenica 20 marzo alle 19 con un grande nome del panorama internazionale. A salire sul palco del Teatro Civico sarà, in arrivo da Milano per la seconda delle due tappe italiane della sua tournée europea, il batterista messicano Antonio Sanchez e la sua band BadHombre. Sarà uno spettacolo-evento, un concerto da non perdere con uno tra i batteristi più versatili e influenti al mondo, a lungo nel Pat Metheny Group e nel trio di Chick Corea, per ben quattro volte vincitore del Grammy e memorabile autore nel 2014 della colonna sonoradel film “Birdman”del regista Alejandro González Iñárritu (vincitore di ben quattro premi Oscar), colonna sonora per la quale si è aggiudicato nel 2015 il Golden Globe.

Ad Alghero Antonio Sanchez presenterà il suo ultimo lavoro “Shift(BadHombreVol2)”, una raccolta di brani di cantautori internazionali che Sanchez ammira molto, artisti che gli hanno affidato le loro canzoni e le loro esibizioni vocali perché venissero reinventate da questo genale quanto versatile compositore. Ad accompagnare Sanchez sarà una band di altissimo livello, composta dalla cantante ThanaAlexa (nomination per due Grammy Awards con il suo album di debutto “Ona”), il tastierista giapponese Bigyuki e il bassista Lex Sadler, due musicisti che hanno collaborato coi più importanti nomi del jazz internazionale (Arlissa, Nicole Bus, Jordan Bratton, Ellie Goulding ed Ella Henderson, Bilal Oliver, Talib Kweli e Robert Glasper).

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: