Rissa alla Camera. Il Pd scatenato: Emanuele Fiano colpisce il sottosegretario Garavaglia

Giornata movimentata alla Camera con il Pd scatenato contro la manovra dai banchi dell’opposizione. Durante la protesta, nel corso della discussione sulla manovra in Aula, il deputato del Pd

Emanuele Fiano ha lanciato tra i banchi del governo il testo della legge di Bilancio, colpendo il sottosegretario Massimo Garavaglia. Un gesto per il quale ha successivamente chiesto scusa. Ancora momenti di tensione ci sono stati tra i deputati del Pd e della Lega, per degli insulti che il dem Marattin avrebbe sentito rivolgere dal sottosegretario leghista Molteni verso i suoi banchi. Il presidente Roberto Fico ha stigmatizzato l’accaduto, anche perché alcuni deputati sono arrivati al contatto fisico, poi separati dagli assistenti parlamentari. “Evitiamo di dare questo spettacolo”, ha chiesto dal banco della presidenza. Alla fine, ‘paciere’ inatteso, Vittorio Sgarbi ha favorito la distensione tra i due litiganti.

Il governo ha posto la fiducia sul testo, che sarà votata domani alle 18,30. “La manovra del popolo sta per diventare legge dello Stato. Dopo soli 6 mesi di Governo arriva una legge di bilancio che realizza punti essenziali del nostro programma – ha detto il ministro per i Rapporti col Parlamento Riccardo Fraccaro – La stiamo approvando in ritardo, ma sia chiaro il motivo: per la prima volta da anni è una manovra tutta Made in Italy, chi ci ha preceduto si è sempre limitato a fare il copia e incolla dei diktat di Bruxelles”.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *