"Stiramento del seno", pratica atroce sulle bambine africane

0 0
Read Time:2 Minute, 52 Second

Breast ironing, lo stiramento del seno è una pratica disumana che trova le sue origini in Camerun, ma viene praticata anche in  Chad, Nigeria, Benin, Sudafrica e tra gli africani che vivono in Europa, soprattutto nel Regno Unito. Bambine di otto anni a cui viene passato il ferro da stiro sul seno per non rischiare che cresca troppo in fretta e che le trasformi in oggetto del desiderio degli uomini. Una pratica disumana che le Nazioni Unite hanno inserito tra i crimini più diffusi contro le donne. Secondo le mamme è un modo per proteggere le figlie da matrimoni precoci, stupri o gravidanze indesiderate,”Così gli uomini non le desidereranno e le salviamo da possibili violenze, gravidanze precoci, stupri”, giustificano le famiglie.

download-1

 

Una vera e propria tortura che viene tramandata da generazione in generazione, che ferisce le bambine nel corpo e nell’anima, che causa dolori atroci, piaghe indelebili, traumi psicologici. Nei villaggi più poveri, lo stiramento del seno avviene o con pietre e bastoni roventi, pestelli di legno, spatole o spazzole, cinture, stracci, noccioli di frutti, gusci di noci di cocco, nei paesi europei con il ferro da stiro. Si preme sui seni per lunghi mesi fino a farli scomparire: una vera e propria mutilazione che allontana le bambine dalla spensieratezza della loro infanzia.
Secondo la Società Tedesca per la Cooperazione Internazionale, “Giz” che ha denunciato per prima questo fenomeno, in Camerun una donna su quattro è vittima e nel mondo sono quasi 4 milioni coloro a cui è stato stirato il seno. Attualmente sia la Giz che altre associazioni si battono per contrastare la pratica dello stiramento del seno, varie volte è stato richiesto al parlamento del Camerun di renderlo illegale. Ma nonostante ci siano atti internazionali per la tutela dei diritti umani, in ambito familiare le leggi vengono disattese e le madri pensano che non ci sia una maniera meno disumana per “proteggere le loro figlie”.

stiramento_seno3
Amélie ha subito questa tortura e la sua storia gira nel web:
Il Camerun è il Paese dove si stirano i seni, dove, per antichi e nuovi pregiudizi, migliaia di adolescenti sono sottoposte a un’atroce tortura. Nei villaggi della provincia di Littoral da sempre le prime a svegliarsi sono le bambine e le ragazze che all’alba vanno ad attingere l’acqua, riempiono le catinelle e i sacchi di plastica e poi si aiutano a vicenda a metterli in bilico sulla testa. Chiacchierando tornano al villaggio e lo risvegliano con le risa e il rumore delle bacinelle. Fin da questo impegno mattutino sono vestite di tutto punto, con la la lunga veste di cotone che copre tutto il corpo e si annodano stretta sul petto, per schiacciare i primi turgoni. Perché hanno paura. Amélie , non va più con le compagne al fiume: «Ne avevo tredici quando mia madre si è accorta che cominciavano a ingrossarsi i seni. Mi ha detto: questo non va bene, adesso gli uomini cominceranno a guardarti perché sanno che sei una donna. Allora faremo come ha fatto mia madre con me, come tutte abbiamo imparato a fare». Ogni mattina e ogni sera con una pietra arroventa al fuoco ha cominciato a passare e ripassare il suo petto, indifferente alle sue urla di dolore, «per cancellare il nocciolo all’interno e farlo scomparire». E’ andata avanti così per cinque terribili mesi, prima che il petto diventasse piatto e vuoto. La madre era felice. Soltanto dopo tre anni il seno è ricomparso.

stiramento_seno2

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

One thought on “"Stiramento del seno", pratica atroce sulle bambine africane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: