Approvato a Bruxelles un documento sulle emissioni

BRUXELLES – Il 20 novembre si è riunita a Bruxelles la Commissione ENVE del Comitato delle Regioni, guidata dal presidente Francesco Pigliaru. La ENVE, che è il riferimento per i territori europei in tema di ambiente, cambiamenti climatici ed energia, è impegnata a preparare i lavori per la Conferenza mondiale sul clima COP 21, prevista a Parigi dal 30 novembre e confermata dal governo francese, sarà proprio il presidente Pigliaru a rappresentare il Comitato delle Regioni della UE. Tra i temi all’Ordine del giorno della ENVE, c’è stato il caso delle emissioni nell’industria automobilistica, affrontato con un dibattito intenso e partecipato intorno al documento proposto del centrosinistra approvato dalla maggioranza ma che ha visto le critiche dell’opposizione del centrodestra. Pigliaru ha affermato che il il problema delle emissioni nocive impatta direttamente sui cittadini ed è quindi estremamente rilevante per i governi locali e le regioni e le città europee non possono accettare che i governi nazionali abbassino contestualmente i limiti previsti per le emissioni dei veicoli. Pigliaru ha chiesto che non siano tollerate le manipolazioni e i che i test siano più rigorosi e vengano svolti non in laboratorio ma su strada, in condizioni reali di utilizzo. Le case automobilistiche devono agire con trasparenza per recuperare la fiducia dei consumatori.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *