Il Museo archeologico di Cagliari diventa museo dall’autonomia speciale

Il Museo archeologico di Cagliari, principale museo isolano, diventa autonomo.

La notizia è di qualche ora fa: il ministro della Cultura Dario Franceschini ha confermato, con una telefonata al sindaco Paolo Truzzu, la notizia secondo cui il Museo archeologico di Cagliari diventa museo dall’autonomia speciale e dunque entrerà nell’elenco delle grandi eccellenze nazionali, come gli Uffizi di Firenze, la Pinacoteca di Brera a Milano, il Palazzo ducale di Mantova, la Reggia di Caserta, Pompei, il Colosseo, la Galleria Borghese a Roma, solo per citarne alcuni.

Un bando internazionale apposito sceglierà un nuovo direttore che farà crescere ulteriormente il museo.

Il Sindaco, nel ringraziare il ministro, ha sottolineato che “ci sono le basi per una collaborazione molto proficua, Cagliari e la Sardegna hanno enormi potenzialità”.
Il ministro Franceschini, ha rimarcato l’idea di investire risorse importanti per valorizzare al massimo i giganti di Mont’e Prama.

“Un ringraziamento particolare – ha affermato Paolo Truzzu – va al gruppo di lavoro che in questi anni ha gestito il Museo archeologico. Un team che ha proposto una Sardegna inedita e dal taglio internazionale, con eccellenti risultati di critica e pubblico”.
“Sarà opportuno guardare alle grandi esperienze senza tralasciare chi, tra i sardi, si è fatto apprezzare per il duro lavoro sul campo”.

“Continuerò a lavorare – ha concluso il Sindaco Truzzu – perché Cagliari abbia un sistema museale integrato e innovativo, che unisca passato e contemporaneo. La città si presta a mettere insieme qualità della vita, eventi culturali, ricerca e innovazione”.

Alberto Porcu Zanda

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: