Sardegna. Aiuti in favore delle aziende per i danni causati dalla Blue Tongue: modulistica

0 0
Read Time:3 Minute, 45 Second

La Regione Sardegna e l’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale, informa gli interessati che sono stati approvati i termini ed i documenti utili per la presentazione delle domande in favore delle aziende agricole per fronteggiare i danni causati nel corso del 2017 dalla diffusione della febbre catarrale degli ovini (Blue Tongue), in esecuzione delle direttive di attuazione approvate con la delibera della Giunta Regionale n.14/7 del 20 marzo 2018.

Beneficiari dell’intervento
Sono beneficiari dell’intervento gli imprenditori agricoli, come definiti dall’articolo 2135 del Codice civile,
iscritti nel registro delle imprese agricole della Camera di Commercio, le cui aziende (PMI) siano state
dichiarate dall’Autorità sanitaria sede di focolaio di febbre catarrale degli ovini nel corso del 2017 e
comunque non oltre il 28 febbraio 2018.
Intensità dell’aiuto
L’aiuto è stabilito dalle direttive regionali in un importo forfettario di compensazione per l’aggravio dei costi sostenuti a causa della malattia, quantificato in 3 euro per ogni capo presente in azienda all’apertura del focolaio, detratti prima i capi morti, ed in un indennizzo forfettario di 50 euro da applicare ad ogni capo morto a causa della blue tongue.
Il numero dei capi per singola impresa è certificato dai Servizi sanità animale delle ASSL territorialmente
competenti ed i dati sono a disposizione delle aziende interessate presso il Comune in cui è censito
l’allevamento.
Presentazione delle domande
Le domande di aiuto potranno essere presentate a decorre dalle ore 10:00 del 11 giugno
2018 fino alle ore 12:00 del 11 luglio 2018 e dovranno pervenire al Comune nel quale è censito
l’allevamento tramite posta elettronica certificata o tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure
consegnate a mano presso l’ufficio protocollo comunale. Le domande pervenute al di fuori dei termini
sopra stabiliti saranno ritenute non ammissibili. A tal fine farà fede la data e l’ora della loro ricezione.
Le domande di aiuto, firmate dal richiedente, dovranno essere compilate conformemente al modello
allegato al presente avviso (Allegato B della determinazione) rendendo tutte le dichirazioni ivi previste.
Hanno titolo a presentare la domanda il proprietario o il detentore degli animali. Qualora il richiedente sia esclusivamente il detentore degli animali è necessario allegare alla domanda la dichiarazione di assenso del proprietario, compilata conformemente al modello allegato al presente avviso (Allegato C della determinazione).
Eventuale richiesta di riesame potrà essere presentata al Comune entro i termini fissati per la
presentazione della domanda di aiuto utilizzando il relativo modello ( Allegato D della determinazione).
Si richiama l’attenzione sulla dichiarazione, riportata nella domanda, circa l’assoggettabilità o meno
dell’aiuto alla ritenuta, secondo quanto previsto dall’art. 55 del T.U. delle imposte sui redditi, approvato
con D.P.R. n. 917/86.
Si richiama inoltre l’obbligo di allegare alla domanda la fotocopia di un documento d’identità del
richiedente in corso di validità.

Soggetti responsabili dell’attuazione dell’intervento sono:
i Comuni in cui è censito l’allevamento, per l’accesso alle informazioni relative ai dati del focolaio forniti
dai Servizi sanità animale, per la presentazione delle domande di aiuto, l’istruttoria, la concessione ed
erogazione dell’aiuto;
Il Servizio competitività delle aziende agricole dell’Assessorato regionale dell’agricoltura e riforma agropastorale, per la definizione degli aiuti spettanti alle imprese sulla base dei dati certificati dalle ASSL dell’ATS Sardegna, per tutti gli adempimenti amministrativi d’ordine generale, per il trasferimento ai Comuni delle risorse finanziarie necessarie per l’erogazione dell’aiuto.

Disposizioni.

Per quanto non previsto nel presente avviso si rimanda alla delibera della G.R. n. 14/7 del
20 marzo 2018, con la quale sono state approvate le direttive per l’attuazione dell’aiuto previsto dalla
Legge regionale 27 settembre 2017, n. 22, art. 1, comma 16.
Gli atti e la modulistica per la presentazione delle domande, potranno essere consultati e scaricati dal
sito istituzionale della Regione Autonoma della Sardegna al seguente indirizzo:
http://www.regione.sardegna.it/servizi/imprese/bandi/
Referenti:
il Comune nel quale è censito l’allevamento (allegato l’elenco dei Comuni gestori dell’aiuto);
– URP dell’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale, Telefono: 0706067034;
email: agr.urp@regione.sardegna.it.

Documenti allegati:

 

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: