Scientific Bls-Day: gli studenti del Liceo scientifico Mariano IV di Oristano, a lezione di rianimazione

0 0
Read Time:1 Minute, 48 Second

In Europa ogni 45 secondi si verifica un arresto cardiaco, evento che colpisce una persona ogni mille abitanti. Fondamentale, in questi casi, è intervenire subito: la rianimazione cardiopolmonare e la defibrillazione precoce triplicano la possibilità di sopravvivenza senza danni neurologici.

Per sensibilizzare i più giovani all’importanza della rianimazione e per insegnare loro le manovre per intervenire velocemente e in modo efficace in soccorso di una persona in arresto cardiaco, il Centro Formazione IRC (Italian Resuscitation Council) di Oristano ha organizzato gratuitamente il corso BLS-D (basic life support-early defibrillation) destinato a 46 studenti che frequentano il quinto anno dell’indirizzo bio-medico e sportivo del Liceo Scientifico Mariano IV d’Arborea di Oristano.

L’iniziativa, che si è svolta nelle giornate del 18 e del 25 maggio scorsi nei locali del “Mariano IV”, è nata dalla richiesta della direzione didattica dell’Indirizzo bio-medico e sportivo degli Istituti di Oristano e Ghilarza ed è stata patrocinata dalla direzione della Asl n.5.

L’esperienza si è concretizzata grazie alla forte motivazione educativa degli insegnanti e dirigenti del Liceo scientifico, al prezioso supporto logistico – frutto di una storica collaborazione – dei volontari di Sardegna Soccorso e della sezione oristanese della Croce Rossa Italiana, oltre che alla disponibilità dei formatori del Centro IRC di Oristano, che da anni si occupano con passione della formazione dei sanitari e dei “laici” (non sanitari) a queste tematiche.

Le due giornate di formazione hanno incontrato l’interesse e la motivazione degli studenti: grazie alle lezioni frontali e alle stazioni di addestramento, i ragazzi hanno acquisito le abilità necessarie nel riconoscimento precoce dell’arresto cardiaco e nella rianimazione cardiopolmonare col massaggio cardiaco esterno, hanno imparato l’importanza dell’attivazione rapida e precisa del 118, la defibrillazione precoce e il trattamento delle ostruzioni delle vie aeree da corpo estraneo.

I 46 giovani hanno così acquisito la qualifica di operatore DAE certificata dall’Italian Resuscitation Council (IRC), la società scientifica italiana che stila le linee guida su cui gli stessi direttori ed istruttori regolarmente si aggiornano: una competenza che permetterà loro di intervenire in maniera pronta ed efficace qualora si trovino di fronte a una persona in arresto cardiaco.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: