Scuola. Anche a Cagliari in piazza per ‘Statuto studenti in Alternanza’

Cagliari. Studenti in piazza in oltre 40 città e anche a Cagliari per rivendicare uno Statuto che tuteli i ragazzi nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro. La mobilitazione sarda si è concentrata nel capoluogo, questa mattina 24 novembre 2017, con un’assemblea che si è svolta in piazza Gramsci e si è spostata davanti all’Assessorato regionale della Pubblica istruzione.

Esperienze di Alternanza gratuite, inerenti ai percorsi di studio, inclusive e che non ostacolino le attività di studio. Queste le rivendicazioni principali contenuto nel documento che l’UdS porta all’attenzione dei Consigli di Istituto, dell’Ufficio scolastico e della politica regionale.

“Vogliamo una regolamentazione dell’Alternanza per garantire esperienze a misura di studente. Chiediamo l’approvazione dello Statuto a livello regionale per colmare una mancanza della Legge 107” ha detto Gabriele Serra, portavoce dell’Unione degli Studenti Cagliari. “Rivendichiamo esperienze di Alternanza realmente formative e legate ai nostri percorsi di studio. Vogliamo partecipare gratuitamente, senza dover pagare per i progetti imposti dagli istituti” ha aggiunto Serra.

Nello Statuto proposto dall’UdS è previsto un coinvolgimento attivo degli studenti nei progetti di Alternanza, anche tramite i rappresentanti membri di Commissione paritetica di Istituto che valuterà le convenzioni con enti e aziende. La Commissione dovrà anche impegnarsi a trovare la copertura finanziaria dei progetti per evitare che i costi ricadano sulle famiglie. I ragazzi chiedono un Codice etico per certificare “la totale estraneità a legami con la criminalità organizzata e l’estraneità da fenomeni di inquinamento del territorio” degli enti coinvolti. Alle scuole chiedono una pausa didattica per aiutarli a “recuperare le sopravvenute carenze nelle materie non coinvolte negli obiettivi didattici dell’alternanza” e un limite massimo di 8 ore giornaliere e di 40 settimanali di lavoro e nessuna attività durante le vacanze.

Dopo le mobilitazioni del 13 ottobre e 17 novembre gli studenti tengono alta la discussione su un problema sempre come quello dell’alternanza scuola lavoro. Nell’isola sono 70mila i ragazzi iscritti nelle scuole superiori. Per i liceali sono previste 200 ore di Alternanza per essere ammessi all’esame di Stato finale, il doppio per chi frequenta gli istituti tecnici o professionali.

Secondo il Ministero dell’Istruzione, nel 2015/2016, in Sardegna sono state realizzate 1324 esperienze di Alternanza che hanno coinvolto oltre 16mila studenti in 2731 enti ospitanti, nel 90% dei casi in percorsi annuali.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *