Si regalano abbracci

0 0
Read Time:58 Second

Si chiama proprio Marcia degli abbracci È partita questa mattina dalle scalinate della Basilica di N.S. di Bonaria a Cagliari, e domani approda nel centro Sardegna, a Ovodda per iniziare un tour di gesti di affetto e pace nelle zone interne dell’isola. Un’idea della cagliaritana Nicoletta Rosas che prende spunto dall’iniziativa australiana dei Free Hugs (abbracci gratis) oggi diffusa in tutto il mondo.
 Un giro della Sardegna per distribuire, gratuitamente, un abbraccio a tutti quelli che lo vorranno accettare. Unico simbolo ammesso è la bandiera dell’amore. Dopo Ovodda il tour si conclude una settimana più tardi a Esterzili. Previste tappe nel nuorese a Tiana, Tonara, Belvì, Aritzo, Gadoni, poi Seulo, Sadali. Un paese al giorno per distribuire contatti umani, stravolta però con un sorriso vero, e non cliccando troppo facilmente e semplicemente e a volte falsamente, una faccina del cellulare. Questa iniziativa serve per trasmettere la potenza di un gesto puro e spontaneo come un abbraccio che nasce dai nostri cuori. Si dovrebbero regalare abbracci pgni giorno in ogni paese, in ogni piazza,ognuno di noi dovrebbe fare la sua parte, in questo modo si potrebbe annullare ciò che sta succedendo, ovunque nel mondo.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: