Terremoto. Morto Filippo Sanna, il giovane nuorese era stato salvato dalle macerie

Sale a 294 il numero delle vittime del terremoto del 24 agosto. Non ce l’ha fatta Filippo Sanna, avrebbe compiuto 23 anni il prossimo 15 ottobre Il giovane originario di Nuoro, viveva ad Amatrice  da 16 anni, era rimasto per alcune ore sotto le macerie della sua casa dopo il terremoto del 24 agosto.
Filippo è morto oggi alle 12,40 nel reparto di Rianimazione dell’ospedale civile “Spirito Santo” di Pescara, dove era stato trasportato in elisoccorso già in coma dai sanitari subito dopo essere stato estratto da quello che rimaneva della sua casa.
Tutti salvi i familiari: madre, padre, fratello e sorella, quest’ultima rimasta leggermente ferita. Solo Filippo Sanna, dopo la scossa delle 3.36, era rimasto per alcune ore sotto le macerie dell’abitazione. Una volta estratto dalle macerie, e vista la gravità delle sue condizioni, il giovane era stato subito trasferito nella sala di rianimazione  a Pescara, in stato di coma e con gravi politraumi. Dopo sette giorni, il suo cuore ha cessato di battere. I suoi genitori, Mario e Stefania Ciriello, insieme alla sorella più piccola Irene e al fratello Riccardo, sono ospiti a Pescara della comunità sarda, che per loro si è attivata immediatamente trovando un’abitazione vicino all’ospedale e offrendo assistenza continua, ma anche l’affetto della solidarietà, ora più che mai necessaria. La famiglia Sanna aveva perso tutto nel terremoto, ma oggi ha subito la perdita più grave.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *