Alessandra Zedda: Sardara, fatto grave e inopportuno. Solinas non deve né può riferire alcunché

Cagliari. Dopo la bagarre di questa mattina in Consiglio regionale, si è riunita la conferenza dei capigruppo e alla ripresa è intervenuta Alessandra Zedda in qualità di vicepresidente della Regione.

“Ciò che è accaduto a Sardara è un fatto grave e inopportuno, tuttavia il governatore Solinas da voi chiamato in causa – ha detto rivolgendosi agli esponenti dell’opposizione – non deve né può riferire alcunché”. Infatti, ha spiegato, “sapete tutti che ci sono delle indagini, e all’esito di queste indagini si valuterà quale dovrà essere la reazione che la Giunta dovrà avere in relazione ai fatti di Sardara”.

Tuttavia, ha aggiunto, “ad oggi vi chiedo di proseguire i lavori sulla legge all’ordine del giorno, e di fare la vostra democratica opposizione. Noi saremo qui a confrontarci, ma facciamolo sulle leggi perché ciò che è successo a Sardara non riguarda né il fatto che la minoranza ha diritto di fare la sua opposizione e né il fatto che la maggioranza ha il dovere di proporre leggi di interesse generale per i sardi”. E’ iniziato, così, l’esame degli articoli della legge sugli staff. Ma prima, intervenendo in replica alla vicepresidente, il Progressista Massimo Zedda ha dichiarato di non condividere “l’argomento utilizzato”.

Dopo la discussione sull’art. 1 del DL 107/A “Norme urgenti per il rilancio delle attività di impulso, coordinamento ed attuazione degli interventi della Giunta regionale e di riorganizzazione della Presidenza della Regione”, il Consiglio regionale ha interrotto i lavori. L’Aula si riunirà questo pomeriggio, alle 16,30, per proseguire l’esame del Dl 107/A.

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: