Grecia: confiscati cash e gioielli non dichiarati

tassaNon ci volevo credere…Poi ho consultato diversi blog…
Tutto confermato.
Aspetto solo il cretino che dica che va tutto bene…che tutto è regolare, etc, etc
Dalla lotta al contante…al pagamento dei canoni in bollette..dai redditometri all’inversione dell’onere della prova..
Tutto va verso un controllo di tipo autoritario.

Fatemi capire: io non posso prelevare i miei soldi e tenerli in casa?
E perchè?!!!

E perchè dovrei dichiarare quanti ne ho e come li spendo?

Ormai siamo alla follia pura.

Poichè l’Italia segue la Grecia con circa 12-18 mesi di ritardo, mi aspetto che, a breve, qualche genio piddiota tiri fuori questa proposta (sempre con la scusa di combattere l’evasione, eh?)

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

In Grecia i contribuenti saranno costretti a dichiarare tutto il denaro in loro possesso – sia le banconote nascoste “sotto il materasso” sia quelle depositate in cassette di sicurezza – che superi i 15 mila euro di valore, nonché i gioielli e le pietre preziose (oro compreso) del valore superiore ai 30 mila euro.

Non è uno scherzo. Da lì prossimo passo verso la confisca completa degli averi, già operata dai governi insolventi in passato, è breve.

In Grecia undici milioni di cittadini innocenti sono già stati martoriati da una crisi del debito senza precedenti, che ha portato a conseguenti misure di rigore e austerity, in cambio degli aiuti esterni della Troika, che hanno progressivamente impoverito la popolazione e fatto volare il tasso di disoccupazione.

Nel caso in cui dal primo gennaio 2016 i contribuenti del travagliato paese dell’Eurozona non dichiarino alle autorità del Fisco – o si rifiutino di farlo – le somme previste dalla nuova legge, avverrà l’automatica confisca degli asset.

La nuova dichiarazione fiscale, stabilita per effetto di un decreto congiunto emesso dal ministero della Finanza e dal ministero delal Giustizia, è di 56 pagina e implica che i contribuenti in Grecia aggiungano tutti i loro beni di valore in una nuova categoria creata ad hoc nella dichiarazione delle tasse, la “dichiarazione degli asset”.

Fonte: Enikonomia (via http://www.wallstreetitalia.com)

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *