«L’editoria non ha futuro senza condivisione». L’AES a Torino lavora per riunire la filiera

0 0
Read Time:2 Minute, 12 Second

«Non può esserci uno sviluppo positivo del mercato editoriale senza il necessario riavvicinamento della filiera che comprende editori, librai e bibliotecari mediante politiche strategiche illuminate». Lo ha detto oggi al XXXIV Salone del libro in corso di svolgimento a Torino Simonetta Castia, presidente dell’Associazione Editori Sardi e delegata per le politiche regionali dell’Associazione nazionale degli editori indipendenti, nell’incontro “Vicini di libro”, organizzato nella Sala Lisbona del Lingotto. Durante l’evento, un confronto tra operatori del settore per tracciare la rotta di un futuro più efficace e condiviso, Castia ha portato l’esempio dell’AES che dal 1986 lavora nell’Isola per unire tutti gli attori in campo, comprese le istituzioni e gli enti locali. «Abbiamo sviluppato con la Regione progetti come la Mostra del libro, che ancora esiste ma è ormai ridotta a un contenitore vuoto perché ha perso i riferimenti di condivisione e programmazione tra editori e librai; abbiamo prodotto un portale con oltre seimila titoli, anche in rappresentanza dei piccoli imprenditori che da soli non riescono a farsi conoscere. Abbiamo portato questa politica di inclusione dentro ADEI – ha spiegato – cercando di attivare tavoli territoriali e regionali, tra cui quello della Sardegna che partirà a breve, per ricostruire una rete che punti al ricongiungimento tra tutte le realtà che operano nell’editoria e creare finalmente le condizioni per far decollare il settore».

Il programma degli eventi AES, presente a Torino con un proprio stand di 70 metri quadri che ospita trenta editori e duemila titoli, è stato aperto con la presentazione del libro “Il sentimento della nazione” (Gia editore) con l’autore Antonello Angioni che ha proposto alcune prospettive di sviluppo dell’idea autonomistica che, ha detto, non può esistere senza l’inserimento in Costituzione del principio di insularità, né senza la necessaria valorizzazione dell’ambiente e dei territori. Il Salone OFF ha poi ospitato l’appuntamento “Paskedda. Torramus a su connottu” con Stefania Aoi, Francesco Pongiluppi e l’autore Gianluca Medas, a cura di Abbà edizioni, e, ancora allo stand AES, la presentazione del libro “Sardegna. 20 fotografi di riti e feste con il curatore Renato Brotzu (Delfino editore). Ha concluso la giornata la performance-libro “Tracce di memoria – scritture indispensabili” con Gabriella Locci e la presidente dell’Associazione editori sardi Simonetta Castia, a cura di AES e Casa Falconieri.

Gli eventi dell’AES al Salone di Torino si concluderanno domani con due appuntamenti in mattinata: “Verso l’Einstein Telescope”, dialogo tra Michele Forteleoni dell’Associazione astronomica turritana e Daniele Dell’Aquila, e infine la presentazione del libro “La scelta di un uomo”, con Annamaria Baldussi e Pierangelo Chiolero, a cura di Aipsa edizioni.

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: