Il bluff del governo sull’economia

0 0
Read Time:49 Second

Come sempre, bisogna leggere il Manifesto   per scoprire i trucchi della propaganda del governo sui numeri dell’economia.
Ieri le fanfare suonavano al rapporto dell’OCSE e alla ripresa dell’Italia.
Oggi, leggendo il manifesto si scopre che:
– la presunta crescita del 1.4% di PIL nel 2017 metterà l’Italia al penultimo (!!!) posto dei paesi dell’area OCSE (peggio solo il Giappone);
– la spesa per consumi delle famiglie nel 2017 sarà ancora -4.4% rispetto ai livelli pre-crisi;
– nel 2017 la crescita media del monte salari, cioè il volume dei redditi per occupato, rispetto al 2007 sarà esattamente la metà di quella della zona euro. In sostanza, il lavoro di un italiano vale la metà del lavoro di un altro europeo.

Niente di nuovo, purtroppo, sotto il sole e le iniziative del governo non vanno nella giusta direzione per contrastare le disuguaglianze e favorire un modello di sviluppo differente.
Ci vuole tutta un’altra politica, a partire dalla Legge di Stabilità.

Nicola Frantoianni

print
Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

About Post Author

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: